Search for
 
 

         

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 "Drosophila Melanogaster" di Massimo Napoli

 

Di quali dovrebbero essere i compiti e le funzioni dell’arte ne potremmo parlare da qui a domani e poi ancora da domani a dopo domani e così per sempre. Fino al giorno in cui gli artisti saranno oggetto di ricerca per i pochi paleontogi ancora esistenti. Di quei paleontogi che un domani si chiederanno come è accaduto che gli artisti che hanno dominato la Terra per diversi secoli poi siano improvvisamente scomparsi. Colpiti da chissà quale meteorite che gli rese l’ambiente invivibile!? O magari, se fossimo stati tanto fortunati di vivere quando lei era ancora in vita, ne avremmo potuto parlare con lei, con Drosophila Melanogaster lo pseudonimo di Europa Pesante alla quale Massimo Napoli ha voluto dedicare una mostra che è più di una mostra.

Possiamo bene immaginare un Marcel Duchamp che travestito da Rose Selavy, quel Duchamp che si lascia ritrarre con cappellino e collo di pelliccia e con mani vezzose intorno al volto, si proprio lui! apra la sua Scatola in una valigia quella Boîte en-valise piena di riproduzioni di sue opere e le rovesci in uno spazio. Qualcosa di simile ci sembra sia accaduto per opera e dedizione di Massimo Napoli con la mostra dedicata a Drosophila Melanogaster.

Chiamarla mostra è sicuramente riduttivo perché è qualcosa di più. E’ un enigma, una Sfinge che ci interroga sui confini della realtà. E’ una installazione ma è anche un angolo di teatro dove si ascoltano suoni e voci. E’ un percorso, ed è anche la presentazione di un libro, o meglio di una casa editrici di cui ne ammiriamo alcune copertina. Ci sono le stanze che parlano di lei, ma lei la protagonista non c’è. Forse siamo arrivati tardi lei è vissuta, in un mondo tutto suo. Di lei ci parlano le sue opere di cui Massimo Napoli ne è l’officiante come in un mistero iniziatico.

Se l’arte fra le sue tante cose deve creare un piacevole stordimento dei sensi e uno straniamento della ragione questa visita a Drosophila Melanogaster ci rende più leggeri. Perché in questo gioco di echi si respira un’aria rarefatta di quella che si trova a certe quote dove tutto è più fino, anche l’intelligenza. Massimo Napoli fra l’altro anche attore dà con questa mostra da una prova di raffinata e misteriosa interpretazione.

drosophila_melanogaster 

 

copertina 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

massimo_napoli

Interno 14: "Drosophila Melanogaster" di Massimo Napoli
Massimo Napoli nasce a Roma. Il suo percorso artistico si articola sia nel campo dello spettacolo, sia in quello delle arti figurative. Si diploma come attore allo Studio Fersen. Frequenta la Scuola del Nudo con Giulio Turcato all'Accademia di Belle Arti di Roma. Segue i laboratori di teatro su "Tamerlano" e "Macbeth" diretti da Carlo Quartucci e Carla Tatò in collaborazione col Centro Teatro Ateneo di Roma. In teatro debutta come protagonista nello spettacolo culto dell'Avanguardia Romana "Proust" del 1976, con la regia di Giuliano Vasilicò. Continua a lavorare come attore con Lucia Vasilicò, Piero Panza, Sergio Salvi, Aldo Braibanti, Luca Ronconi, Vittorio Pavoncello. Registra diversi sceneggiati radiofonici per Rai Radio2. Recita ne "L'impresario teatrale" K486 di Mozart con la regia di Tonino Del Colle per il secondo canale della Rai. Scrive e interpreta i monologhi "Ventesimo secolo", "La psicologia dell'albero" e "Salomè decollata" (il canovaccio), quest'ultimo anche pubblicato su iodanzo.com. Nel cinema prende parte come attore alla realizzazione dei film "Caligola" di Tinto Brass e Gore Vidal e "L'umanoide" film di fantascienza di Aldo Lado. Presta la voce come lettore in diverse letture pubbliche nelle biblioteche comunali del Circuito Biblioteche di Roma e altre sedi istituzionali. Vive e lavora a Roma.

Potrebbe interessarti:http://www.romatoday.it/eventi/interno-14-drosophila-melanogaster-di-massimo-napoli-massimo-napoli-3125508.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809




Interno 14: "Drosophila Melanogaster" di Massimo Napoli                      A cura de La Stellina Arte Contemporanea Testo critico di Claudia Quintieri - Interno 14_lo spazio dell'AIAC - Associazione Italiana di Architettura e Critica               Negli spazi di Interno 14 Massimo Napoli racconta la vita di Drosophila Melanogaster, pseudonimo di Europa Pesante