Search for
 

 

 

alterdanza

 

 

 

 

DANA TERRACINA

 
Visual LightBox Gallery generated by VisualLightBox.com

 

 

“Moostar”

danzatrice Dana Terracina

coreografia di Sally Anne Friedland

CHROMATICA - IL FESTIVAL DELLE ARTI E DEI COLORI

 

Fin dalle prime note e dalle prime immagini veniamo catturati da una sedia in prima fila. Un forma vivente ci cattura l’attenzione si vedono solo due gambe chiuse. Il resto del corpo e avvolto da una veste che si forma e deforma sotto la spinta delle braccia e del volto. Le gambe si muovono e si aprono. Capiamo subito che siamo di fronte a qualcosa di importante, una nascita, l’essere, una identità. Sta parlando per noi quella creatura vivente di cui continuiamo a vedere solo le gambe, sta parlando di noi, perché sta in mezzo a noi pubblico, è una parte di noi. Attraverso un percorso interno che la porta a staccarsi dalla sedia quella creatura informe con solo due gambe guadagna il centro della scena. E da essere stata una parte di noi si dà completamente al nostro sguardo. Vuole mostrarsi e vuole ancora mostraci.  A tratti appare un volto sotto la veste elasticizzata che compone figure astratte e che appaiono come una specie di respiro. Non è un bozzolo poiché ogni parte di quel corpo si esprime già autonomamente. Da tempo la danza non è più un volteggio nell’aria e a terra quel corpo mezza donna e metà tutto si esprime con le gambe anche i piedi duettano fra di loro entrando nelle note e nella musica. Ricorda una danza katakhali dove anche un dito danza ed esprime e vuole tutta l’attenzione.    E’ questa la forza e la bravura di Dana Terracina che danza con tutto il corpo ed anche con ogni singola parte che lo compone. E’ una prova difficile, complessa la sua, un assolo dove l’origine stessa della danza sembra messa in gioco e mostrarsi davanti ai nostri occhi. E ci sembra di assistere alla nascita della tragedia non dalla musica ma da quel coro danzante che l’accompagnava. Staccata dal pubblico che era all’inizio e staccata anche dall’essere stata per metà informe Dana Terracina arriva ad essere finalmente un essere in scena, senza tragedia ma con la gioia di muoversi liberamente e finalmente esprime se stessa. 

Una straordinario assolo ricco di pathos e virtuosismi sorretto e interpretato con grande perizia da Dana Terracina a cui si augura di trovare presto anche quella autorevolezza di scena che è stata oltre alla bravura una delle caratteristiche di Alessandra Di Segni con la quale Dana Terracina ha nel finale duettato in modo struggente e coinvolgente.

 

vittorio pavoncello

Redazione  Voltapagina


dana_terracina

Dana Terracina

Nata nel 1993 a Roma, si diploma presso l'Accademia Nazionale di Danza di Roma nel 2012 in  tecniche e teorie di danza classica e contemporanea.
Nel 2011 Vince il Primo Premio del concorso nazionale "Premio delle Arti" del Ministero della Pubblica Istruzione  con la coreografia  "Jounesse" di  Alessandra Di Segni. Alla fine dei suoi studi accademici presso l'AND, viene accettata al Masa International Dance Program della Kibbutz Contemporary Dance Company in Israele. Successivamente continua i suoi studi professionali presso il "Maslul", scuola professionale di Tel Aviv per danzatori eccellenti dello stato, dove danza in diversi repertori di coreografi come Nacho Duato, Angelin Preljocaj, Itzik Galili, Ohad Naarin, Mats Ek, Idan Sharabi e altri . Nell 'estate del 2013 Dana danza presso "La Biennale di Venezia" (Italia) nella coreografia "Dance Grammar" di  Roy Asaf( Israele).
Nel 2014  comincia il suo lavoro con la compagnia Kibbutz Contemporary Dance Company di Rami Beer presso Kibbutz Gaaton (Israele) dove danza per un intera stagione in tutta Israele.
Nel 2015 Dana diventa Freelance a Tel Aviv dove si esibisce con coreografi israeliani quali Ayelet Cohen nella coroegrafia "Windmill" .
Da gennaio 2016 danza come solista per  Sally Anne Friedland , fondatrice della DDC(  Drama Dance Company) nella coreografia "Moostar" danzata in teatri di Tel Aviv e in vari ambienti artistici come gallerie e musei israeliani ;e  in un altro progetto coreografico attualmente in creazione.
Inoltre Dana danza con JCMOVMENT di Jill Crovisier( Lussemburgo) nella coroegrafia "SIEBEN" andata in scena per la prima volta a Lione presso Fort du Bruissin/IRIS (novembre 2017)
Dal 2015  e' anche un' insegnante di danza classica e contemporanea e lavora con giovani studenti e danzatori professionali in varie scuole israeliane .

 

 

 















































































































 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IMG-20170513-WA0104 IMG-20170513-WA0100 IMG-20170513-WA0101 IMG-20170514-WA0002 IMG-20170514-WA0000 IMG-20170513-WA0113 IMG-20170514-WA0009 IMG-20170514-WA0014 Screenshot_20170514-161929 jquery lightbox not workingby VisualLightBox.com v6.0